Il concetto di scalabilità

Qual è una delle cose più fighe che hanno i business Internet, “quasi” per definizione?
Semplice: la scalabilità.

Che vuol dire scalabilità?

In poche parole: significa che quando ottieni un profitto nel piccolo, ti basta aumentare gli investimenti e moltiplichi lo stesso profitto e arrivi a un termine più grande.
Come capire, in modo immediato, se il tuo business è scalabile o no?

In gergo si dice “scali il tuo business”.

Ti faccio un esempio: un tabaccaio non è un business scalabile facilmente.

Perché il tuo tabaccaio ad un certo punto, se fai tutto bene, lo riempi.

E dopo che l’hai riempito, devi aprirne un altro tabaccaio , il che comporta un sacco di casini.

Un business come Spotify, invece, è potenzialmente scalabile.

Che io abbia 1.000 o 100.000 clienti, la difficoltà è PIÙ’ O MENO è la stessa.

D’altra parte, me lo diceva un caro amico imprenditore nell’immobiliare in Svizzera
(uno che costruisce i QUARTIERI, non gli appartamenti), lui mi disse:
“beh, il tempo che dedico nella mia giornata è sempre quello.
A questo punto mi conviene dedicarmi a fare ciò che mi fa ottenere il massimo del profitto per il tempo che dedico”.

Ecco, questo è un esempio di atteggiamento imprenditoriale ben sviluppato.

Nel mio caso il concetto di scalabilità è un elemento imprescindibile quando valuto una nuova possibilità di fare business.

Tutto quello che faccio lo faccio sempre in ottica scalabile, e così dovresti fare anche tu.

Dunque, anche se ragionandoci in termini di resa oraria era ottimo, non mi piaceva come filosofia.

Quindi, quali sono i business scalabili e quali no?

Beh, premesso che non esiste un vero business NON scalabile in senso assoluto, perché più o meno tutti i business sono potenzialmente scalabili, certo qualcuno è più facilmente scalabile di altri, una buona domanda che dovresti porre alla tua mente imprenditoriale è questa: “ciò che ho in mente di fare, o il modo in cui sto facendo le cose, è facilmente scalabile oppure no?”

Ti faccio qualche esempio: la formazione in aula è facilmente scalabile (più persone in aula, più o meno stessa difficoltà).

Il coaching non è facilmente scalabile: per scalare devi assumere altri coach, però poi i clienti vogliono te e non loro, e così via.

La consulenza non è facilmente scalabile: stesso motivo, uno viene da te e vuole che sia tu il consulente, non un tuo collaboratore.

In linea di principio la discriminante è questa.

Quando un business è “uno a molti”, è più facilmente scalabile.

Quando è “uno a uno”, è meno facilmente scalabile.

Semplice no?

Perciò, quando io produco una cosa che può essere fruita contemporaneamente da più persone, come un LIBRO ad esempio, è per definizione più facilmente scalabile rispetto alle situazioni “uno a uno”.

Dunque, se oggi stai lavorando in un business e ti rendi conto che non è impostato in modo scalabile… ragionaci sopra.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazione Per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Clicca qua per maggiori informazioni Privacy Policy

Chiudi